Terme di Caracalla

(0)
  • Antica Roma
  • Auricolari Consigliati
  • Durata: 3h
  • Visita Individuale
  • Visita per Gruppi
Agenzie di viaggi autorizzate possono prenotare trasporti, auricolari e altri servizi aggiuntivi.

Descrizione

Informazioni sul tour delle Terme di Caracalla

Le Terme di Caracalla o Thermae Antonianae, situate sul Piccolo Aventino sono incorniciate da uno splendido scenario ricco di vegetazione, in un’area poco lontano dalla valle delle Camene, dall’antica Via Appia e da porta Capena.
 
Costituiscono probabilmente il più famoso, imponente e meglio preservato complesso termale dell’antichità romana. Furono progettate probabilmente sotto Settimio Severo ed inaugurate dall’Imperatore Caracalla nel 216 d.C.
 
Per l’approvvigionamento idrico fu creato un ramo speciale dell’acquedotto dell’Acqua Marcia, l’Aqua Antoniniana. Restaurato più volte, l’impianto termale cessò di funzionare nel 537 d.C.
Le terme non erano soltanto un luogo dedicato alla pulizia ed alla cura del corpo, ma un vero e proprio luogo di svago, di incontri e di studio.
 
Con la loro complessa articolazione architettonica, su un’area di 130.000 metri quadrati, i resti delle sue strutture, alte in alcuni punti oltre 30 metri, ci permettono ancora oggi di assaporare la complessità e l’atmosfera vivace che per tre secoli le ha animate.
 
Inoltre è possibile ricostruire gran parte dello schema decorativo originario degli ambienti: oltre ai reperti sono le fonti scritte a parlarci di enormi colonne di marmo, pavimentazioni in marmi colorati, mosaici e lastre marmoree alle pareti, stucchi e centinaia di statue.
 

Itinerario del tour

Inizieremo il tour dell’impianto a pianta rettangolare percorrendo un’area tra il muro di recinzione ed il corpo centrale dell’edificio,entrando in una delle due grandi palestre, quella occidentale e passando attraverso uno spogliatoio ed uno degli ingressi arriveremo alla grande natatio, uno degli ambienti centrali del complesso,in asse con il frigidarium, il tepidarium ed il calidarium.
 
Proseguendo potremo verificare la perfetta simmetria degli ambienti del lato opposto.
 
Un edificio di queste dimensioni necessitava di ambienti di servizio altrettanto estesi: gallerie individuate per circa 2 chilometri (anche se è saltuariamente accessibile solo una parte del livello superiore, trasformato in Antiquarium).
 
Era questo il “cuore pulsante” dell’organizzazione alimentato da migliaia di schiavi, soprattutto per il trasporto del legname da bruciare in ben 49 forni, considerando che erano circa 8.000 persone al giorno che vi si recavano a turno in cerca di benessere.